Prepararsi al meglio

Praga è la classica gita delle scuole superiori e non facemmo eccezione nemmeno noi dell'ITI di Livorno, tuttavia era una meta in cui volevo assolutamente tornare per gustarmela con l'occhio più matura (ahimè avevo solo 17 anni 😭). Nonostante i voli per la capitale Ceca siano molto facili da trovare, non è stato così banale trovare il weekend più conveniente. Alla fine, sono riuscito a trovare un volo nel weekend 9-11 Marzo 204, con arrivo alle 7.30 di del Sabato 10 e ripartenza Lunedì 11 alle 6 del mattino! Biglietto economico, spesso e volentieri, vuol dire anche soggiornare qualche ora in aeroporto; ormai ho collaudato la tecnica di mettere sottovuoto il sacco a pelo e infilarlo nel bagaglio a mano. Nel complesso ho avuto 48 ore per visitare Praga e sono assolutamente sufficienti per toccare tutti i siti più famosi e concedersi le migliori attività che la città offre.

Il centro città è collegato benissimo con l'aeroporto e si trovano spesso voli molto economici; nel mio caso ho acquistato il volo diretto da Pisa, al costo di 65 euro! Durante il giorno avete l'imbarazzo della scelta per raggiungere il centro, la notte è un po' più complicato, ma si risolve con massimo due cambi di autobus.
Praga è una città ideale per camminare ed ogni sito famoso è facilmente raggiungibile a piedi. Mi sono servito solo del bus RegioJet per raggiungere la prima tappa del sabato, ovvero il castello di Praga, perchè questo mezzo ferma molto vicino. Al ritorno ho sfruttato il servizio Bolt, che funziona egregiamente ad ogni ora del giorno.
Il biglietto dello shuttle costa circa 4 euro (è tanto per i prezzi dei mezzi pubblici!) e l'ho acquistato sul sito, mentre il Bolt dal centro all'aeroporto costa circa 15 euro. La corsa singola di autobus/tram ha un costo irrisorio di poco più di 1 euro (30 corone) e si può pagare contactless direttamente sul mezzo.
Sono ritornato alla comodità ridotta degli ostelli, perchè le camere singole hanno prezzi sempre più alti. In questo caso, tramite AirBnb, ho trovato una struttura molto carina, anche se peccava un po' di pulizia (tanti oggetti in legno con molta polvere): Art Harmony Pension & Hostel. Un letto in una camera mista da 6, dove miracolosamente ero da solo, è costata solo 25 euro per una notte (la seconda l'ho trascorsa in aeroporto 😂).
Al netto del costo del volo, tra i biglietti dei mezzi pubblici, dell'ostello, dei pasti, dell'ingresso ad alcuni siti e qualche vizio vario, il soggiorno è costato circa 200 euro.
I primi di Marzo è ancora abbastanza freddo, ma se sarete fortunati come me trovando giornate di sole, le temperature saranno molto piacevoli. Portatevi comunque dietro dell'intimo termico, che occupa poco spazio e può sempre tornare utile, soprattutto la sera.


La città delle cento torri

Come accennato sopra, la prima tappa è stata la visita al castello di Praga. I biglietti si possono acquistare in loco e, al prezzo di 450 corone (circa 17 euro), è incluso il circuito principale composto da: sale del Palazzo Reale, Cattedrale di San Vito, Basilica di San Giorgio e il Vicolo d'Oro. Vi posso consigliare altamente di andare lì per le 9, perchè la folla inizia ad arrivare già alle 10 e in tarda mattinata rischierete di fare anche un'ora di fila per entrare! Visitato il Castello, è iniziata la piacevole discesa nel quartiere Mala Strana, tra strade caratteristiche e terrazze panoramiche mozzafiato; fino ad arrivare al monumentale Ponte di Carlo V. Se Praga viene soprannominata la "città delle cento torre" un motivo ci sarà! Già sul ponte sono presenti la Torre Bassa del Ponte della Citta Piccola e la Torre del Ponte della Città Vecchia. Si può acquistare il biglietto combinato in loco oppure, come ho fatto io, su GetYourGuide al costo di 12 euro e si possono visitare ad orari diversi, purchè nello stesso giorno. Ho scelto di visitare la Torre Bassa al mattino, per tenermi la seconda nell'orario del tramonto. Sono andato quasi di corsa verso la Piazza della Città Vecchia per assistere allo spettacolo dello scoccare dell'ora sull'Orologio Astronomico; e poi mi sono diretto verso la lunghissima Piazza Venceslao per pranzare ad un favoloro ristorante (leggete la sezione culinaria). Il tempo di sistemarmi in ostello e fare una doccia, che sono subito ripartito costeggiando il fiume Moldova; a due passi dalla pensione, si trovano le iconiche case danzanti, uno dei palazzi più fotografati della capitale!. La passeggiata lungo fiume è veramente piacevole e ammirerete la bellezza dell'architettura di Praga; in meno di 20 minuti, sarete tornati in zona Ponte Carlo V e potreste camminare nuovamente tra questo e la Piazza della Città Vecchia.

Io dovevo attendere la "golden hour" per salire sulla Torre del Ponte della Città Vecchia e sono soddisfatto di aver scelto questa per ammirare il tramonto: dalla cima si ha una vista magnifica sul ponte, sul quartiere Mala Strana e sul Castello. Finita questa esperienza, avevo del tempo extra (la bellezza di pianificare nel dettaglio l'itinerario) e ho scelto di salire su un'altra torre: quella dell'Orologio Astronomico. Il prezzo è di circa 13 euro e il biglietto è acquistabile in loco; comprende la visita del museo interno ad essa, fino al magnifico belvedere, dove si può ammirare la maestosità della Piazza della Città Vecchia dall'alto. Se avete letto la mio bio, avete visto che recito a teatro; e Praga è famosa per aver importato uno spettacolo unico nel suo genere: il Teatro Nero! Consiglio vivamente di andare ad assistere a questa opera nel primo teatro del genere: il Blacklight Theathre di Jiri Srnec! Il biglietto costa circa 24 euro ed è acquistabile su GetYourGuide. Dopo questa meravigliosa esperienza, mi sono concesso la cena nella birreria più antica di Praga e poi sono rientrato nel mio ostello...la sveglia alle 3 del mattino iniziava a farsi sentire. 😅

Tra storia e leggenda, tra religione e paganesimo, tra scienza e magia.



La Madre di tutte le città

Approfittando della vicinanza con l'ostello, la prima tappa del secondo giorno è stata la terrazza panoramica delle case danzanti. Ci si accede dall'apposito bar, che apre alle 10, quindi è necessario o consumare o pagare un biglietto di 100 corone (circa 4 euro). Il mio consiglio è: perchè non approfittarne per un'ottima colazione? L'itinerario del mattino prevede la visita più approfondita della zona nuova della città, partendo dal grazioso isolotto Kampa, uno dei tanti polmoni verdi di Praga. Finita la passeggiata, vi troverete davanti il famoso muro di John Lennon, grande meta di pellegrinaggio per appassionati dell'artista e non. Da qui viene quasi naturale incamminarsi sulla Collina Petrin, che conduce all'omonima torre, e godere di un'altra vista meravigliosa di Praga! Se andrete ad inizio Marzo, come me, vedrete la fioritura dei ciliegi che renderà l'atmosfera ancora più memorabile. Dopo aver ripreso un po' fiato, potete scendere verso il quartiere Mala Strana e perdervi nuovamente fra le viuzze, fino ad arrivare all'ora di pranzo e concedervi un altro pasto tipico. Il primo pomeriggio, è la volta di esplorare il Quartiere Ebraico; consiglio di attraversare il fiume dal Ponte di Manes, così da avere un'altra prospettiva del più famoso Carlo V. Ci sono molte Sinagoghe e il prezzo è abbastanza elevato, ho preferito visitarle solo dall'esterno nel seguente ordine: Sinagoga Vecchia-Nuova, Sinagoga Klausova e Sinagoga Spagnola. In mezzo, potete camminare nell'elegantissima strata Parizska ed ammirare le splendide facciate degli edifici. Terminato questo tour all'aperto del Quartiere Ebraico, avevo programmato la visita guidata al Clementinum: un complesso di edifici, fondato dai Gesuiti nel '500, dove adesso è presente quella che è considerata la Biblioteca Barocca più bella del mondo. Questa è l'unica visita che deve essere prenotata in anticipo, in quanto i tour hanno cadenza oraria, ma i gruppi sono di max 20 persone, quindi i posti si esauriscono velocemnte. I biglietti si acquistano sul SITO WEB ed hanno un costo di circa 16 euro. Questo complesso è veramente bello, il tour guidato è piacevole e termina, manco a dirlo, sul belvedere della torre astronomica.

Per il mio itinerario, avevo prenotato questa visita alle 16 in modo da essere libero nuovamente per fotografare il tramonto dal altre angolazioni; e perchè avevo fissato la crociera sulla Moldova alle 18! Se una città è attraversata da un fiume, cerco sempre di inserire il tour in battello per ammirare i monumenti da una prospettiva unica! Stavolta questa attività mi ha deluso, perchè il fiume che bagna Praga ha diverse "dighe" artificiali che limitano il percorso navigabile e il tour consiste semplicemente nel girare intorno al ponte Carlo V. Se però foste interessati a provare anche questa esperienza, il biglietto costa 18 euro e conviene acquistarlo in anticipo (i battelli sono sempre pieni) su GetYourGuide. Per l'ultima sera, ho deciso di partecipare alla cena con rievocazione storica che si svolge tutti i giorni in una taverna vicino la Piazza della Città Vecchia. Questa attività la descrivo nel dettaglio nella sezione culinaria; vedrete che è abbastanza costosa, ma è uno spettacolo molto rinomato della capitale e consiglio anche a voi di fare questa esperienza. Leggerete anche che nel pacchetto sono previste bevute illimitate e, dopo essermi scolato 6 pinte, ho preferito chiamare un Bolt per farmi riportare in aeroporto e non impazzire con i cambi degli autobus. 😅 Praga mi ha veramente stupito e sono contento di aver cercato per tanto di organizzare un weekend in questa magica città! Ritornare ben 18 anni dopo è stata un'esperienza molto simbolica, che non mi ha fatto provare nessuna nostalgia ma soltanto gratitudine.

“Lascia dormire il futuro come merita. Se lo si sveglia prima del tempo, si ottiene un presente assonnato.”. (Franz Kafka)